Anukalana Yoga

"Il tutto è maggiore della somma delle parti"

Questo principio è alla base del lavoro di integrazione che ha portato alla nascita di Anukalana (integrazione), un metodo nato dall'intuizione di Jacopo Ceccarelli.

La pratica di Anukàlana Yoga è concepita in modo da seguire cicli naturali, in cui puoi fluire attraverso delle sequenze “Vinyasa” e posizioni statiche “ Asana” con l'ausilio della meditazione, tutto questo porterà il praticante a ricollegarsi con le funzioni vitali legate al corpo sottile e i Chakra. Questo tipo di lavoro sviluppa corpo e mente in modo armonico.

Le sequenze di Anukalana Yoga rispettano il principio di uno sviluppo equilibrato della sfera fisica, composta dal corpo materiale e quello energetico.

L'obbiettivo di tale pratica infatti è quello di eseguire le asana facilitando il flusso d’energia nel corpo, non solo attraverso gli allineamenti corretti e movimenti giusti, ma anche attraverso alcune tecniche particolari, come ad esempio la respirazione articolare, che permette di portare energia in tutto il corpo, rispettando i percorsi o canali già esistenti dentro di noi.

In una sessione di pratica, il particolare modo di muoversi nei passaggi da un'asana all'altra, unito alla respirazione articolare, permette di aprire i canali energetici e ottenere il massimo dalle asana, seguendo l'ordine gerarchico dei Chakra.

Dal Muladhara al Vishudda ogni funzione vitale viene risvegliata grazie alla parte più fisica del lavoro, mentre i Chakra superiori vengono stimolati maggiormente, grazie alla Meditazione.

0 Risposta

  1. […] YOGA E ANUKALANA YOGA […]