Le costellazioni familiari per riportare equilibrio nella propria vita

La teoria di Bert Hellinger

Nel 1980 lo psicoterapeuta tedesco Bert Hellinger getta le basi del metodo delle Costellazioni Familiari e Sistemiche.

Con un passato da sacerdote missionario e un lungo percorso negli studi e nelle scuole tedesche e americane di psicoterapia, Hellinger giunse alla formulazione di una teoria che si basa sulla capacità del singolo di risolvere i propri conflitti ascoltando la propria anima, piuttosto che addentrandosi nelle cause.

La particolarità della formulazione di Hellinger è come sia riuscito a fondere insieme input provenienti da discipline diverse, come l'Analisi Transazionale e la Terapia Primaria, ma anche studi ipnoterapici e di psicoterapia familiare.

Hellinger sostiene che gli individui si relazionano tra loro attraverso gli Ordini dell'Amore, una gerarchia naturale che, se infranta, genera blocchi e conflitti.
cosa sono le costellazioni familiariSecondo la Legge di Appartenenza ogni individuo ha diritto di sentirsi parte di un sistema-famiglia e non può esserne escluso.

Altra legge regolatrice è quella dell'Ordine sacro.

Ogni membro della famiglia detiene una posizione unica all'interno di essa in base al momento in cui è nato e quest'ordine di successione non dovrebbe essere sovvertito.

Infine, importante la Legge dell'Equilibrio, che regola i rapporti tra genitori e figli e tra partners: i genitori "danno con amore" e i figli "ricevono con gratitudine", i figli sono piccoli, i genitori grandi.

Tra i partners vige l'uguaglianza ed entrambi danno e ricevono.

Ogni individuo inoltre può riconoscere dentro di sè tre livelli di Coscienza: quella Individuale, quella Familiare biologica e quella Collettiva, cioè del gruppo sociale di appartenenza.

Particolarmente a livello familiare, se viene perpetrato un torto ed esso non viene riparato o il responsabile non se ne assume le conseguenze, i suoi successori potrebbero assumersene il peso e cadere in un Irretimento da cui non riescono a liberarsi.

Come si svolgono le Costellazioni

Per lo svolgersi di una Costellazione sono necessari tre componenti: il cliente, il costellatore o terapeuta e i rappresentanti.

Il cliente esporrà a grandi linee il proprio problema al terapeuta.

Insieme, sceglieranno dei rappresentanti all'interno del gruppo, ovviamente sconosciuti.

Meno essi conosceranno della famiglia del soggetto, più efficace sarà la fenomenologia rappresentata.

Essi, dunque, posti al centro della stanza, senza sapere che poco o nulla della questione e delle persone che si accingono ad interpretare, metteranno in scena il problema dell'interessato e, con il contributo del costellatore, si avvieranno naturalmente ad una soluzione.In questa fase è importante notare nei rappresentanti l'avvicendarsi delle sensazioni provate, anche minime.

Nei loro gesti, nelle loro percezioni, si ritroverà esattamente ciò che il cliente percepisce in se stesso.

Questa meccanismo è reso possibile dal campo morfogenetica degli individui, che ci rende particolarmente empatici e interconnessi alle persone a noi vicine.

Attraverso questa speciale connessione i rappresentanti avranno accesso ad un livello molto intimo alla coscienza e al sistema di relazioni del soggetto, riuscendo a mettere fedelmente in scena una dinamica emotiva e psicologica che non è loro.

Lo scopo

catarsiAttraverso la rappresentazione, il cliente avrà la possibilità di comprendere attraverso la vista, analizzando la situazione dall'esterno. Un'esperienza di catarsi che permette all'interessato di osservare e di osservarsi e talvolta di intuire qualcosa di cui non era nemmeno a conoscenza.

Accade, dunque, che rappresentanti portati a rivestire il ruolo di un membro della famiglia del soggetto, si muovano e parlino esattamente come lui.

O, ancora, che emerga una dinamica familiare o un evento traumatico che lo stesso interessato ignorava e che soltanto attraverso successive ricerche viene confermato esattamente per come era emerso durante la Costellazione, in quanto ci si ritrova catapultati all'esterno di sé e, a volte, anche soltanto questo cambiamento di punti di vista serve a molti per accettare e sciogliere il proprio nodo.

A chi è rivolto

Il metodo delle Costellazioni Sistemiche è rivolto a chiunque senta il bisogno di riportare equilibrio nella propria vita o avverta difficoltà in uno o più ambiti di essa.

Relazioni di coppia, conflitti familiari, disagi nel gruppo di lavoro o con se stessi, conflittualità personali, stress e ansia, sentimenti di insicurezza o esclusione. Un percorso unico che chiunque sia interessato a conoscere se stesso, anche se si trova in un momento particolarmente felice, può intraprendere.

Inoltre, le Costellazioni offrono un metodo efficace di comprensione delle dinamiche familiare anche a counselor, medici e terapeuti.

Con Stefano Celli - Counselor Sistemico Transazionale - Insegnante Yoga - Master Reiki

 

0 Risposta

  1. […] http://santosha.it/le-costellazioni-familiari-per-riportare-equilibrio-nella-propria-vita […]
  2. […] http://santosha.it/le-costellazioni-familiari-per-riportare-equilibrio-nella-propria-vita […]