Vacanza e ritiro yoga, meditazione e trekking estate 2021

Ritiro/vacanza yoga e meditazione Agosto 2021

Quest’anno il tema delle nostre vacanze sarà …Sviluppiamo insieme l’allegrezza

AGOSTO 2021 BORGO DI CENTENO, NELLA TUSCIA, FRA LAZIO E TOSCANA

A: settimana: da dom. 1 a sab. 7 agosto 2021

B: settimana: da dom. 8 a sab. 14 agosto 2021

C: settimana: da dom. 15 a sab. 21 agosto 2021

D: settimana: da dom. 22 a sab. 28 agosto 2021

L’arrivo è previsto la domenica pomeriggio, e la partenza il sabato, in tarda mattinata.

Noi dell’Associazione Santosha Yoga e Meditazione stiamo organizzando una vacanza / ritiro di yoga, meditazione e benessere per l’estate 2021 nel borgo di Centeno (VT), al confine tra Lazio e Toscana, proprio sulla Via Francigena, in un contesto rilassante e immerso nella natura.

Oltre alle sessioni di meditazione e yoga, le giornate saranno arricchite da trekking nei boschi, da passeggiate nelle belle e suggestive città della Tuscia come Pienza, Bagno Vignoni e Sovana, da escursioni alle terme e da esperienze divertenti da vivere insieme.

Inoltre avrai la possibilità di stare nel bellissimo giardino dell’agriturismo, di godere della sua piscina, del suo panorama sulle colline e di fare dei rigeneranti massaggi indiani. Il cibo sarà biologico, a km zero, vegetariano e vegano, e soprattutto buonissimo.

Verranno rispettate le regole di igiene che saranno eventualmente previste dal Governo.


 

L’intervista di

Crononews banner - crono.news


 

 


Dove

Il nostro ritiro yoga estate 2021, si svolgerà presso la Fattoria Bramini, nel Borgo di Centeno, quello che una volta era la dogana fra lo Stato Pontificio e il Ducato di Toscana, attraversato dalla Via Francigena e dai suoi pellegrini. Il nome Centeno deriva dalla sua posizione: cento miglia dal Vaticano. Qui soggiornò per un breve periodo Galileo Galilei. Immerso nel verde il borgo sarà a nostra disposizione per ritrovare un’atmosfera serena e familiare, a stretto contatto con la natura.

 

 


Che tipo di yoga si praticherà

Nella nostra vacanza yoga all’insegna del benessere, praticheremo hata yoga e vinyasa flow yoga. Le lezioni saranno adatte a tutti, principianti e non. Inseriremo alcuni elementi fluidi e armoniosi del flow yoga, alternando la pratica fra vinyasa (sequenza di posizioni dinamiche) e asana (posizione yoga) portando la propria attenzione e consapevolezza dentro noi stessi.
Bastano poche lezioni per riuscire a percepire il benessere che tale pratica porta in tutto il corpo. Impareremo a sintonizzarci con il naturale movimento del respiro e a manifestarlo in tutto il nostro corpo e in ogni nostro movimento. Sarà un’esperienza rinvigorente! 

Gli 8 stili di yoga principali


[testimonial_view id=”2″]
 
 
 

Che cosa si mangerà?

Il cibo sarà a chilometro zero, biologico, vegetariano e vegano e soprattutto buonissimo. Infatti abbiamo un asso nella manica, e si chiama Laura Mozo Flores, una cuoca che ci farà scoprire nuovi sapori, riuscendo a cucinare cibi allo stesso tempo salutari e gustosi, spaziando fra tortillas spagnole, cucina indiana e italiana. Laura prepara i piatti classici delle varie tradizioni e crea nuovi sapori realizzando delle fusioni tra mediterraneo e Medioriente. Per assaporare le sue pietanze ci ritroveremo tutti all’interno di una vecchia e caratteristica chiesetta ormai sconsacrata.

 


Come trascorreremo le giornate?

Inizieremo la giornata di questo ritiro yoga praticando una breve meditazione per vivificare ed equilibrare la nostra mente, riattivare i nostri centri energetici “chakra” e il corpo sottile. Seguirà una pratica dolce e attiva di yoga per rinvigorire in modo armonioso il nostro corpo e dopo un’abbondante e sana colazione saremo pronti per affrontare la giornata con entusiasmo ed energia.

Dopo la colazione potremo scegliere tra varie escursioni, di cui tre saranno  mattutine (ore 10-13) e tre giornaliere con pranzo al sacco (ore 10-15.30):

  • trekking: Monte Amiata, Anello di Radicofani, Sarteano il percorso dei mulini
  • passeggiate: a Cetona, Bagno Vignoni, Bosco esoterico Isabella, eremo di San Francesco
  • bagni: fiume, Lago di Bolsena, Terme di San Filippo, San Casciano ai Bagni 

Nel pomeriggio potremo poi rilassarci in piscina, o magari concederci un massaggio indiano con Mario, diretto allievo del Maestro Sri Govindan. Mario ha un’esperienza ventennale nel campo ed è uno dei migliori operatori del settore.

Nel tardo pomeriggio approfondiremo gli aspetti teorici dello yoga, in modo semplice e piacevole, canteremo i mantra e dopo la lezione di yoga e rilassamento profondo, andremo tutti insieme a cena nella chiesetta sconsacrata del Borgo.


La piscina

Fare un bagno in piscina è piacevole, ma con un bel panorama lo è ancor di più, e poi è pur sempre una vacanza.

 


[testimonial_view id=”2″]


Il massaggio indiano

Durante la vacanza yoga potrai ricevere un rigenerante massaggio indiano o una seduta di riflessologia plantare. Mario sarà a nostra disposizione con la sua grande esperienza e professionalità ma anche con la sua gentilezza e capacità di ascoltare i messaggi del nostro corpo. Durante i suoi trattamenti Mario è molto attento a creare un ambiente favorevole e rilassante e poi utilizza esclusivamente degli oli essenziali biologici, scrupolosamente scelti da lui. I l+ro effetti terapeutici sono ormai noti. Dopo il massaggio uscirete calmi, rilassati, in pace e molto profumati.

 


Quanti anni avranno i partecipanti?

Dai 0 ai 99! Spesso quando ci chiamano per chiedere informazioni sulla vacanza/ritiro yoga, alla fine della telefonata le persone ci domandano con tono sommesso: ma che età hanno in media i partecipanti? Mascherando un senso di inadeguatezza, se si tratta di un “diversamente giovane”, o di preoccupazione, se si tratta di un ragazzo, molti temono di trovarsi in un contesto non adatto. Noi rispondiamo così: “il gruppo diventerà una grande famiglia eterogenea che farà un’esperienza che non dimenticherà”. Ed è quello che succede ogni volta.

Ognuno con il proprio bagaglio di vita porta se stesso in un luogo che sembra senza tempo e libero dal giudizio. Lo yoga e la natura faranno il resto. Più saremo diversi e meglio sarà. Se ci saranno differenze, si creeranno delle bellissime sinergie tra i più giovani e i meno giovani anzi si arricchiranno entrambi. Ma questo dipenderà anche da voi, se sarete aperti e ricettivi o meno.

Poi per le diverse esigenze della pratica fisica dell’ hata yoga siamo disponibili a venirvi incontro. Metteremo tutta la nostra competenza, ma anche la nostra attenzione e soprattutto il nostro cuore per farvi immergere nell’esperienza dello yoga in tutta sicurezza.


Ci presentiamo

Stefano e Silvia

Oltre a condividere la nostra vita, condividiamo anche la grande passione per lo yoga e la meditazione.

Siamo sposati dal 2008 e gestiamo insieme una scuola di yoga a Frascati, in provincia di Roma, dove teniamo regolarmente lezioni di yoga, meditazione, costellazioni familiari e reiki. Siamo anche responsabili e docenti di corsi di formazione per insegnanti yoga, riconosciuti dal CONI, ed in inoltre collaboriamo attivamente con embracing the world, un’organizzazione umanitaria no profit a cui siamo lieti di destinare una parte delle entrate di questa vacanza yoga e delle nostre attività in generale.

 

Stefano Celli
Insegnante esperto di Yoga e Meditazione, master Reiki metodo Shàmballà, Counselor ad indirizzo sistemico e facilitatore in costellazioni familiari.
Mi piace fare le cose in modo divertente perché sono profondamente convinto che le parole spirituale e spiritoso abbiano molto in comune, ma quando serve so impegnarmi in quello che faccio e dare il massimo.

Silvia Nardi
Insegnante di Yoga e meditazione, insegnante di yoga bimbi e yoga genitori bimbi, master Reiki-Shambala.

Mi piace insegnare con dolcezza ed essere accogliente, credo che le persone decidano di fare yoga non solo per star bene nel corpo, ma anche nella mente e nelle emozioni, ecco perché per me è importante creare un’ atmosfera estremamente piacevole durante le mie lezioni.


Alcune escursioni e luoghi che visiteremo insieme?


Un paio di escursioni saranno a pagamento  (5/10 €)

Per raggiungere i luoghi ci muoveremo con il car-sharing, condividendo le auto e i costi del carburante


 

Trekking Monte Amiata

Il Monte Amiata è famoso per la possibilità di camminare fra i sentieri in mezzo alla faggeta o ai castagni. E’ una delle attività che sicuramente ci sentiamo di suggerirvi per una bella camminata

immersi nel verde.



Bagno Vignoni


Bolsena ed il suo lago

La città di Bolsena oltre ad essere molto carina, si trova su un lago bello e piacevolmente balneabile, con spiagge lunghissime e ben attrezzate.

 


Bosco Isabella, il giardino esoterico e romantico di Radicofani

Il Bosco Isabella è un Giardino Romantico – Esoterico, lambisce una parte della strada che costeggia le mura a sud del borgo, si estende per circa 2,5 ettari.
E’ stato dichiarato di interesse pubblico da una legge nel 1922, classificato tra le bellezze naturali con un’altra legge del 1939, acquistato dal Comune di Radicofani nel 1983, oggi è parco pubblico.


Orvieto: il Duomo

Simbolo indiscusso della città è il Duomo, che colpisce subito con la sua magnifica facciata gotica. I lavori di costruzione iniziarono nel 1290 e vennero continuati da Lorenzo Maitani, che diede una grande impronta soprattutto alla facciata. Sulla facciata troviamo bassorilievi, mosaici e il rosone opera di Andrea Orcagna. All’interno il Duomo ospita opere di grande bellezza e valore artistico, come gli affreschi sul Giudizio Universale di Luca Signorelli e il Reliquiario del Corporale.


Il pozzo di San Patrizio

Altro luogo imperdibile durante una visita ad Orvieto è sicuramente il pozzo di San Patrizio. Realizzato da Antonio da Sangallo il Giovane per rifornire la città di acqua. Risale al Cinquecento e fu fortemente voluto da Clemente VII, che si era trasferito ad Orvieto nel 1527 durante il sacco di Roma. Il pozzo è profondo 62 m, con un diametro di 13,5 m. Ha due scale a chiocciola elicoidali, che permettono di salire e scendere senza mai incontrarsi e ci sono settantadue finestre che danno luce al pozzo creando un’atmosfera molto particolare. Il pozzo è oggi un vero e proprio museo visitabile.


Borgo di Sovana

Borgo di Sovana, Grosseto in Toscana - e-borghi

Sovana è uno dei borghi più belli d’Italia ed è celebre per i suoi scavi archeologici hanno riportato alla luce  opere e reperti storici di incommensurabile bellezza come testimoniano le sue monumentali Necropoli.


Eremo di Poggio Conte

Una delle più belle escursioni tra quelle che si possono fare in Tuscia. Costeggiare il fiume e risalire fino ad un luogo che lascia letteralmente senza fiato.

Un fiume che è di una bellezza davvero potente, una vegetazione rigogliosa e una luce che riverberava dalle acqua del fiume quasi accecante, che nasce presso Santa Fiora vicino al Monte Amiata, sotto la pavimentazione della Chiesa della Madonna della Neve. L’Eremo è un posto che non si può definire in nessun altro modo che magico. 


Le nostre recensioni su facebook

Vai alle recensioni…


Le stanze

Il Borgo di Centeno ci mette a disposizione varie possibilità di pernottamento, riuscendo a venire incontro alle diverse esigenze.

Avrai la possibilità di dormire in una stanza singola (poche disponibilità), doppia o tripla, nel casale o nella casa verde. I bagni sono in condivisione con una stanza.

La locanda

 

La casa verde


Perché dovresti venire

Se vuoi trascorrere dei giorni in un ambiente familiare e positivo, in simpatica compagnia e dedicare del tempo a te e al tuo benessere, ridendo scherzando e riservarti anche dei momenti per crescere interiormente, allora hai le carte in regola per essere dei nostri.


Perché non dovresti venire?

Se ti piacciono le vacanze di lusso, non ami stare in compagnia, e soprattutto non ami la natura, allora potresti non trovare quello che cerchi.


Il programma della nostra vacanza / ritiro Yoga

Alterneremo un giorno con escursione giornaliera ad un giorno con escursione mattutina. 

Primo giorno
Domenica ore 15:00 accoglienza, sistemazione nelle camere
ore 17:00 Presentazione e introduzione del ritiro
ore 18:00 Lezione di yoga
ore 19.30 Nidra Yoga “sessione di rilassamento profondo”
ore 20:30 Cena
Lunedì, venerdì (escursione con pranzo al sacco)
ore 7:30 meditazione
ore 8:00 lezione yoga dolce per il risveglio
ore 9:15 colazione
ore 10:00-15:30 escursione giornaliera (pranzo al sacco preparato da Laura)
ore 17:30-18:30 laboratori, canto dei mantra
ore 18:30-20:00 yoga e rilassamento
ore 20:30 cena
Martedì, mercoledì, giovedì 
ore 7:30 meditazione
ore 8:00 lezione yoga dolce per il risveglio
ore 9:15 colazione
ore 10:00 escursione mattutina
ore 13:15 pranzo in agriturismo
primo pomeriggio libero
ore 17:30-18:30 laboratori, canto dei mantra
ore 18:30-20:00 yoga e rilassamento
ore 20:30 cena


Quanto  costa?

Soluzione 1

CAMERE DA QUATTRO (solo congiunti) – 600 euro a persona per sistemazione in stanza quadrupla, bagno in camera.

 

Soluzione 2

CAMERE DA TRE – 630 euro a persona per sistemazione in stanza tripla in letto singolo, bagno in camera.

 

Soluzione 3

CAMERE DOPPIE – 660 euro a persona per sistemazione in stanza doppia, con bagno in condivisione con un’altra camera.

 

Soluzione 4

CAMERE MATRIMONIALI – 660 euro a persona per sistemazione in stanza matrimoniale, con bagno in condivisione con un’altra camera.

 

Soluzione 5

CAMERE AD USO SINGOLO  – 850 stanza uso singola, con bagno in condivisione con un’altra camera.

 


Pagamenti

  1. Primo acconto di 150 euro al momento della prenotazione.
  2. Saldo all’arrivo.

Per prenotare il tuo posto

 

  1. Verifica la disponibilità del posto via email (segreteriasantoshayoga@gmail.com) o whatsapp (+39 338/1128240)
  2. Versa un anticipo di 150,00 euro a persona
    – intestato a: Santosha SSD,
    – causale “ANTICIPO CORSO SPORTIVO A/B/C/D (indica solo la tua settimana) + Cognome della persona che parteciperà”  Sappiamo che la causale è curiosa , ma per motivi amministrativi dobbiamo fare così.
  3. – invia la ricevuta per email a segreteriasantoshayoga@gmail.com
  4. Compila il modulo iscrizione  (CLICCA QUI PER COMPILARE IL MODULO)
  5. Attendi la nostra conferma per email
  6. Potrai versare il saldo il giorno del tuo arrivo.

L’anticipo non può essere rimborsato perché anche se deciderai di non venire più, la struttura deve essere comunque pagata.

La formula è esclusivamente “tutto incluso”, non sono previste riduzioni per chi non partecipa ai laboratori o alle lezioni o per chi arriva dopo o parte prima.

E’ escluso dal pagamento il massaggio indiano e quelle escursioni per le quali vi è un ingresso (ad esempio le necropoli) o una guida (sono previste circa 2 escursioni con costi che oscilleranno dai 5 ai 10 euro).

Purtroppo gli animali non sono ammessi, ci dispiace.


 

Non pensarci troppo!!!

Di solito riempiamo e potresti non trovare posto.

 

Perché condividere è importante

Abbiamo pensato di condividere una parte delle entrate economiche di questo ritiro a chi è meno fortunato di noi, donando ad un’associazione di cui ci fidiamo: embracing the world

 

Cosa non è compreso nel prezzo

Il massaggio ayurvedico indiano e le 2 escursioni, che comunque avranno un costo che andrà dalle 5 alle 10 euro.


Come arrivare


IN TRENO: arrivo alla stazione di Orvieto, poi taxi fino a Centeno, ma non ti preoccupare per il costo, ti faremo condividere la corsa con altri partecipanti del ritiro.

Si consiglia di prenotare un treno che arrivi tra le 13:00 e le 14.30 del giorno di arrivo, e per il ritorno un treno che parta tra le 12:00 e le 13:00. Non aspettate l’ultimo momento perché i posti esauriscono presto.


IN AUTO: Cassia sn Centeno 01020 Proceno. (Vt)


– prendi l’autostrada MI-NA.
– Se vieni da sud, prendi l’uscita Orvieto (segui per Viceno, Acquapendente, Siena ma fermati a Centeno!)
– Da nord, prendi uscita Chiusi (e segui per Sarteano, San Casciano ai bagni, Centeno)

Se vieni da Roma, Milano, Torino o Firenze, di solito riusciamo a creare un car sharing con gli altri partecipanti.


Contatti

email: segreteriasantoshayoga@gmail.com

tel. o whatsapp 338 1128240

 

Le testimonianze di chi è venuto con noi

[testimonial_view id=”2″]

Danza yoga, Shakti dance

Sabato 26 gennaio dalle 10:30 alle 12:30 presso il centro yoga Santosha, a Frascati – Via Lazzaro Belli, 15. Con Amulya. Prenotazioni 349 8321184, email santosha.info@gmail.com

La Shakti Dance, chiamato anche lo “yoga della danza”, è un cammino che ha lo stesso obiettivo della pratica dello yoga, di espandere la consapevolezza e di manifestare il potenziale della nostra anima nella vita quotidiana, attraverso la pratica consapevole della danza e l’unione di respiro, movimento e consapevolezza.

La Shakti Dance, chiamato anche lo “yoga della danza”, è un cammino che ha lo stesso obiettivo della pratica dello yoga, di espandere la consapevolezza e di manifestare il potenziale della nostra anima nella vita quotidiana, attraverso la pratica consapevole della danza e l’unione di respiro, movimento e consapevolezza.

Questo stile di yoga combina gli asana in un movimento fluido e vari stili di danza, lavorando a livello energetico per sviluppare l’arte del movimento intuitivo e libero attraverso uno stato meditativo.

I movimenti di stretching aprono delicatamente i canali energetici in cui scorre il prana (la forza vitale), così “il corpo e la mente possono arrendersi e unirsi con il flusso intelligente, creativo della Shakti, dando vita ad una forma di danza sacra”.

Lo yoga della danza utilizza le intuizioni e la comprensioni dello yoga per risvegliare ed incarnare i principi universali del movimento armonioso.

Le origini dello yoga della danza e come è nato

La Shakti Dance affonda le sue radici nella scienza yogica, in particolare nella tradizione del kundalini yoga come insegnato da Yogi Bhajan. La struttura cosmologica yogica, descritta nella filosofia indiana vedantica che si è sviluppata fra il 200 d.C. e l’800 d.C., fornisce il contesto dei principi logici su cui si basa la shakti dance.

Nella filosofia yogica, la parola shakti viene utilizzata con diverse sfumature di significato da generico a più specifico. In senso generico indica la forza o l’energia. Indica il principio femminile, nella contrapposizione Shiva/Shakti (maschile/femminile). Viene associata ad ognuna delle divinità della trimurti induista per indicarne il corrispettivo femminile (ad esempio la shakti di Brahma è Saraswati).

Il significato per cui associamo la parola shakti alla danza è quello di “consapevolezza in movimento”; la consapevolezza pura del principio creatore dell’universo (principio maschile) è immobile, per manifestarsi ha bisogno dell’energia creativa, della forza e del potere del principio femminile.

Per fare un esempio concreto, è un po’ come avviene nella nascita di un bambino: l’uomo mette il seme, la donna mette la materia, il suo corpo accresce il nascituro e la sua energia lo sostiene fino al parto.

La Shakti dance utilizza strumenti che derivano dalla danza e dalla musica; impiega i mantra per focalizzare ed allineare la mente; crea mandala dinamici di danzatrici.
Lo scopo stesso della pratica è aumentare la concentrazione, risvegliare l’intuizione per approfondire lo stato meditativo (la meditazione è la penultima fase di una classe di shakti dance, il frutto delle pratiche precedenti) .

Yoga fluido, creatività e rilassamento profondo

Yoga fluido, creatività e rilassamento profondo. Domenica mattina, 20 gennaio dalle ore 10:30 alle 12:30 presso Santosha – Via Lazzaro Belli, 15 – Frascati

Ci dedicheremo un paio d’ore per stare insieme piacevolmente, tra tisane, musica, rilassamento e yoga.

PROGRAMMA
Accoglienza, tisana
Parliamo un po’ del secondo chakra
Rilassamento
Flow yoga (con pranayama, mantra e mudra)
Meditazione con visualizzazioni
Rilassamento profondo guidato
Cerchio di condivisione
Tisana, abbracci e saluti.

L’obiettivo è di ritrovare un corpo rilassato, più sciolto e con un tono equilibrato; una mente più calma e ottenere una maggiore consapevolezza di noi stessi.
Esploreremo insieme gli aspetti della creatività, del piacere e contatteremo il nostro corpo ricercando la fluidità perduta eseguendo uno yoga che si alterna tra stati di quiete e di movimento.
Il secondo chakra, Swadhisthana, è infatti connesso alle emozioni e al movimento. Questo chakra è associato all’elemento acqua e ci permette di fluire con la vita, accettare i cambiamenti e vivere la vita come una continua scoperta con capacità di adattamento.
Il piacere sia fisico che psichico e l’appagamento in tutte le sue sfaccettature, sono qualità associati al secondo chakra. Chiamato anche chakra della dolcezza è il luogo dell’adattabilità.
Se abbiamo represso delle emozioni questa sede sarà in disequilibrio. Armonizzare Swadhisthana chakra significa ottenere degli strumenti che ci aiutano a trasformare l’emozioni represse, per vivere la vita con gioia, e significa anche permettere di manifestare i nostri desideri; tutto ciò ci porta ad essere più vicini a noi stessi e più integri verso le nostre necessità.
Una maggiore consapevolezza di questo chakra, attraverso lo yoga e il movimento ci permette di diventare più magnetici, più stabili emotivamente ed entrare più in contatto con le proprie emozioni. Possiamo trasformare le emozioni represse con dolcezza per creare spazio ai talenti e potenziali che ciascuno ha.

Con Silvia
Costo 15 euro per gli iscritti, 20 euro per gli esterni.
Prenotazioni al 349 8321184 o per email santosha.info@gmail.com

Workshop yoga: le basi

Domenica 30 settembre 2018
dalle 10:00 alle 12:00

presso Santosha Yoga, con Silvia

Vuoi ricominciare dopo un’estate in cui non hai praticato?

Vuoi iniziare a praticare Yoga e meditazione e vorresti orientarti?

Vuoi imparare le basi in un luogo tranquillo senza preoccuparti della tua performance?

Santosha Yoga propone 2 ore di pratica e teoria introduttiva per chi si avvicina allo Yoga per la prima volta, per chi desidera rivedere le basi o cerca un nuovo approccio più fluido e armonioso o per chi, semplicemente, vuole ricominciare liberandosi da un po’ di ruggine.

Svolgeremo uno yoga lento e preciso, che porta consapevolezza di sè e che va ad armonizzare movimento e  respiro, asana dopo asana. Sarete guidati passo dopo passo, nel rispetto del vostro corpo.

Una tale pratica, ben eseguita, può trasformare il nostro corpo e rilassarlo nel profondo, portando dei cambiamenti al nostro stato d’animo, e al nostro approccio alla vita.

Quale stile praticheremo? Praticheremo hata-yoga con uno stile fluido, armonioso che cerca di sciogliere poco a poco la colonna e le articolazioni e che è allo stesso momento dinamico. Saremo guidati alla consapevolezza di ogni movimento che ci porterà ad avere sempre più presenza ed energia vitale.

Il luogo. La sala si trova sopra un giardino, in un luogo silenzioso e luminoso,  dedicato esclusivamente alle pratiche affini allo yoga, ideale per poter staccare la spina e dedicarsi un momento per il proprio benessere e per la propria tranquillità.

Come prepararsi? Basta indossare dei vestiti comodi. Tappetino e cuscino sono reperibili nel centro, ma è una buona idea portare il proprio. Sarebbe meglio iniziare la lezione con lo stomaco vuoto, o non consumare cibo elaborato nelle ore precedenti. E’ possibile parcheggiare comodamente a poche decine di metri e cambiarsi e lavarsi al centro yoga.


Quanto costa?
 15,00 euro

Per prenotazioni e informazioni cell. 349 8321184 (Silvia)

Shakti dance, lo yoga che danza

Divertiamoci insieme con la danza yoga per risvegliare la nosra energia!

Domenica 15 aprile, dalle ore 11 alle 13
presso Santosha Yoga
Frascati, Via L. Belli, 15 (zona Via Enrico Fermi. Parcheggio di fronte asilo L’Albero Magico).

Informazioni e prenotazioni cell. 349 8321184

Costo: €20

La Shakti Dance, chiamato anche lo“yoga della danza”, è un cammino che ha lo stesso obiettivo della pratica dello yoga, di espandere la consapevolezza e di manifestare il potenziale della nostra anima nella vita quotidiana, attraverso la pratica consapevole della danza e l’unione di respiro, movimento e consapevolezza.

Questo stile di yoga combina gli asana in un movimento fluido e vari stili di danza, lavorando a livello energetico per sviluppare l’arte del movimento intuitivo e libero attraverso uno stato meditativo.

I movimenti di stretching aprono delicatamente i canali energetici in cui scorre il prana (la forza vitale), così “il corpo e la mente possono arrendersi e unirsi con il flusso intelligente, creativo della Shakti, dando vita ad una forma di danza sacra”.

Lo yoga della danza utilizza le intuizioni e la comprensioni dello yoga per risvegliare ed incarnare i principi universali del movimento armonioso.

Le origini dello yoga della danza e come è nato

La Shakti Dance affonda le sue radici nella scienza yogica, in particolare nella tradizione del kundalini yoga come insegnato da Yogi Bhajan. La struttura cosmologica yogica, descritta nella filosofia indiana vedantica che si è sviluppata fra il 200 d.C. e l’800 d.C., fornisce il contesto dei principi logici su cui si basa la shakti dance.

Nella filosofia yogica, la parola shakti viene utilizzata con diverse sfumature di significato da generico a più specifico. In senso generico indica la forza o l’energia. Indica il principio femminile, nella contrapposizione Shiva/Shakti (maschile/femminile). Viene associata ad ognuna delle divinità della trimurti induista per indicarne il corrispettivo femminile (ad esempio la shakti di Brahma è Saraswati).

Il significato per cui associamo la parola shakti alla danza è quello di “consapevolezza in movimento”; la consapevolezza pura del principio creatore dell’universo (principio maschile) è immobile, per manifestarsi ha bisogno dell’energia creativa, della forza e del potere del principio femminile.

Per fare un esempio concreto, è un po’ come avviene nella nascita di un bambino: l’uomo mette il seme, la donna mette la materia, il suo corpo accresce il nascituro e la sua energia lo sostiene fino al parto.

La Shakti dance utilizza strumenti che derivano dalla danza e dalla musica;impiega i mantra per focalizzare ed allineare la mente;crea mandala dinamici di danzatrici.
Lo scopo stesso della pratica è aumentare la concentrazione, risvegliare l’intuizione per approfondire lo stato meditativo (la meditazione è la penultima fase di una classe di shakti dance, il frutto delle pratiche precedenti) .

Psicologia e mindfulness

Consulenze con la psicologa Jasmine Piraino.

Se ammiriamo l’Universo ci rendiamo subito conto di quanto sia perfetto.  Ogni elemento ha il suo posto, la sua funzione e si muove esattamente  come deve, seguendo una danza elegante che ha portato alla sua  manifestazione più grande: la Vita.


Così come ogni pianeta, ogni stella, ogni roccia, ogni pianta è una  manifestazione della perfezione ed evoluzione dell’Universo, anche la  psiche umana che ne fa parte, è perfetta.
Ciò che comunemente chiamiamo sintomo, disturbo o disagio psichico può  essere definito come una rottura dalla normale natura della psiche. Ciò  può avvenire per diversi motivi, tra le cause ritroviamo uno stile di vita che ci trascina sempre più  distante dal proprio sentire e dal proprio Centro. Sempre di più le richieste della società sembrano ingoiarci, le aspettative  sono sempre più alte e spesso sembrano irraggiungibili, gli obiettivi  che ci fissiamo ci mettono sotto stress. Siamo abituati a vivere  saltando dal passato al futuro quando l’unica realtà che esiste è il  momento presente. Non abbiamo più tempo per dedicarci al nostro sè interiore. Ci viene insegnato a chiudere le nostre emozioni ed i  nostri sentimenti in un cassetto, fino a quando non esplodono e diventano  ingestibili. Non siamo più abituati ad ascoltarci ed a seguirci. Il  nostro corpo di conseguenza si irrigidisce, assume strane posture e spesso sviluppa problematiche che non sono altro che un campanello d’allarme per  dirci che qualcosa non va. Comprendere la natura del sintomo, risalire  alla rottura, recuperare il contatto con il “qui ed ora” e con il  proprio Centro è essenziale per ristabilire l’equilibrio e sostenere il  naturale benessere psicofisico della persona.

Sorelle in cerchio, 4 incontri sull’energia femminile

Cosa accade ad una donna quando è libera dalle sue paure?
Cosa accade quando le donne fanno cadere quel velo cucito addosso da una società di stampo maschile?
Cosa accade quando più donne mettono da parte la competizione in favore della sorellanza e dell’accoglienza?
Cosa accade quando una donna trova il coraggio di guardarsi allo specchio sostenuta dalle sue sorelle?

Siamo donne, figlie della Terra e sorelle della Luna. Nelle nostre vene scorre il coraggio, nel nostro ventre fiorisce la vita e tra i nostri capelli fluisce l’intuito. Il nostro cuore pulsa per accogliere l’amore.

Questi 4 incontri che seguono le fasi lunari, hanno lo scopo di ritrovarci, svelarci e sostenerci sviluppando la nostra energia femminile attraverso la condivisione, la creatività e la meditazione. È dedicato a tutte quelle donne che sentono di dover intraprendere un viaggio introspettivo che ha come meta la scoperta del proprio potenziale.
Punto di forza degli incontri sarà il cerchio, la condivisione, lo scambio tra le partecipanti. Essere in profonda connessione e in un clima di sorellanza è la vera Ricchezza.

CON JASMINE PIRAINO, PSICOLOGA E INSEGNANTE DI MEDITAZIONE MINDFULNESS.

INCONTRI:
LUNA NUOVA
LUNA CRESCENTE
LUNA PIENA
LUNA CALANTE

Primo incontro SABATO 17 MARZO, dalle 17:00 alle 20:00

presso il centro Santosha Yoga
Frascati, Via Lazzaro Belli, 15 (zona Via Enrico Fermi. Parcheggio di fronte all’asilo l’Albero Magico).

Per prenotazioni cell. 349 8321184 o scrivi una email a santosha.info@gmail.com
Per info cell. 327 5442380.

Per il primo incontro è necessario portare una candela, un bicchiere, un quadernino e un fiore.

Vi aspettiamo!