Corso di Formazione Yoga Intensivo oppure NO

Se stai pensando di diventare un insegnante yoga e non sai da dove cominciare, la prima cosa che ti consiglio di fare, è cercare di capire i pro e i contro di queste due tipologie di corsi.

Corsi intensivi

Hanno una durata media che va dalle 2 alle 4 settimane, e sono quasi sempre residenziali, è per questo che al costo del corso dovrai aggiungere la spesa del vitto e dell’alloggio.

Questo tipo di corsi di formazione yoga, hanno la possibilità di farti vivere a pieno ed intensamente i benefici della pratica yoga, c’è un piccolo problema però, spesso le informazioni sono molte e non si riesce a metabolizzarle tutte. Il nostro cervello ha bisogno di tempo per elaborare e sistemare le nuove informazioni, e a meno che tu non sia un praticante di yoga da tempo, potresti perderti molte nozioni prima della fine del corso.

Corsi suddivisi in fine settimana

Questo tipo di formazione ha sicuramente una durata superiore ad un intensivo, che va da 1 a 4 anni, questo dipende dalla scuola che desideri frequentare. Quelli più frequentati sono i corsi di formazione yoga di 1 e 2 anni, che ti daranno delle basi per l’insegnamento, con la possibilità di affinare le tue conoscenze attraverso work shop e lezioni a tema che potrai frequentare in futuro.

La possibilità di avere diversi giorni da un week end formativo all’altro ti consentirà di assorbire meglio gli insegnamenti ricevuti, di ripassare gli argomenti trattati e di provare le asana imparate.

Gli insegnanti

Sono l’elemento fondamentale di un corso, la cosa più importante che ti consiglio di valutare, tutto quello che imparerai passerà attraverso di loro, e saranno l’esempio che condizionerà il tuo insegnamento futuro.

Cerca quindi di conoscerli prima di frequentare il corso, e prova a fare una sessione di yoga con loro, “una lezione di yoga dice più di mille parole”, cerca di percepire l’effetto che ti lascia dentro, in altre parole scegli con la testa ma decidi con il cuore.

Che tipo di yoga?

Ne esistono molti stili, ma la prima cosa da tenere a mente è che se anche lo yoga è stato considerato dal CONI come disciplina propedeutica allo sport, rimane pur sempre anche una meravigliosa filosofia antica di migliaia di anni, da molti considerata una scienza sacra che aiuta l’uomo a vivere nella pienezza e non solo a renderlo più elastico e forte.

“Yuri Chechi non è uno yoghi”

 

P.s. io adoro Yuri Chechi.